mercoledì 30 novembre 2016

Compleanno a sorpresa: torta al cioccolato di Csaba

Domani inizia un nuovo mese e mi sono resa conto di non aver ancora pubblicato il post relativo al mio compleanno...l'11 ho compiuto 41 anni :)!!!.  

Il mio maritino mi ha regalato un super telefono e ho dovuto effettuare il backup per salvare tutti in miei dati sul nuovo cellulare...e non so quante volte ho dovuto inserire la password. Ogni volta la scordavo e quelle più facilmente "memorizzabili " non potevo riutilizzarle :). Adesso è stato configurato tutto e posso entrare anche nel blog...ho bisogno di fare un corso accelerato di tecnologia ...devo chiedere aiuto al tecnico di famiglia...vero zietto? 

Vabbè torniamo al mio compleanno.



il regalo del mio piccoletto, che sta imparando a scrivere :)

Ho ricevuto qualche giorno prima una bellissima sorpresa da parte dei miei genitori, complice il mio fratellone che, avendo un convegno a Milano, aveva deciso di dar loro un passaggio senza dirmi nulla. Sarebbero dovuti venire tutti a pranzo per la domenica successiva. Invece il martedì pomeriggio sento suonare al citofono e nel video vedo il mio papà... apro e gli dico "beh questa sorpresa :)!". Pensavo fosse da solo, invece mi affaccio al balcone e vedo anche la mia mani e per l'appunto il mio fratellone, che però poi è scappato al convegno. Io ed i miei, tempo qualche minuto per vedere cosa ci avevano portato (un bel po' di cosine buone da mangiare, come sempre :-D), siamo usciti invece per andare a prendere i bimbi a scuola e, come me, anche loro sono rimasti abbagliati alla vista dei nonni ...una gradita sorpresa per tutti.
Nei giorni successivi, siamo andati un po' in giro (mentre il papi era al lavoro ed i nanetti a scuola) e ci siamo dedicati anche alla cucina. Con la mia mami ho preparato  per la prima volta i cappelletti a casa mia. In due ci siamo messi di impegno e in una mattina abbiamo preparato circa 2 kg di cappelletti, per la gioia dei miei bimbi che li apprezzano molto.



Il giorno del compleanno è stato piacevole svegliarsi con i baci e gli auguri del papi e dei miei piccoletti, nonché con quelli dei miei direttamente e non attraverso i fili telefonici... dopo tanto tempo, ho festeggiato con loro direttamente nella giornata esatta. E' stato piacevole condividere insieme la colazione.
Come dolce ho preparato la torta al cioccolato speziata dal libro di Csaba, Celebrate in Venice, davvero buona e spazzolata in breve tempo.
Il giorno seguente, sabato, il mio grandone ha effettuato la prima confessione ed è stato contento di avere i nonni vicino per questo importante evento. Al pomeriggio con la mia mami  ed il maritino, siamo andati ad assistere allo showcooking di Marco Bianchi, lasciando i nanetti a casa a giocare con il nonno, felice di ciò. Noi siamo stati poi raggiunti dal mio fratellino, questa volta, e dalla sua ragazza, poi venuti a cena per continuare i festeggiamenti :). La cenetta è stata a base di pesce e verdure varie, 



mentre per il pranzo del giorno dopo, al quale ha partecipato anche il mio fratellone suddetto e la sua mogliettina, ho preparato tagliatelle al ragù, patate alla Hasseinback (che ho rifatto per far assaggiare anche ai miei parenti-non ho fatto la foto stavolta, ma le patate così preparate sono state ribattezzate dal mio piccoletto come "apine"), arrosto di vitello, insalata, pecorini sardi e altro e per dolce la versione torta dei miei muffin con le mele, oltre ai dolcetti di pasta di mandorla, la cui ricetta mi è stata inviata dalla mia cara cugina omonima, che festeggia pure il mio stesso giorno ,con solo qualche anno di differenza in più ;). Buonissimi e da rifare sicuramente anche in altre occasioni. Sono stati giorni intensi e davvero piacevoli, il tempo ovviamente è passato molto in fretta in compagnia...ma tant'è!!! E da domani cominciamo con gli addobbi natalizi :). 


Eh eh ci siamo anche la mia mami ed io :)!!!




i dolcetti lasciati riposare in frigo e poi cotti al forno







domenica 6 novembre 2016

Relax domenicale: biscotti & Co.!

Questa settimana la scuola è finita in fretta per i miei bimbi, dopo il lungo ponte. Sono andati a scuola solo per due giorni e mezzo. Il venerdì sono tornati a casa per pranzo, causa sciopero dei commessi ("vecchi" bidelli), catapultandoci così in anticipo nel weekend.
Confesso che mi fa piacere quando possono mangiare a casa, visto la non sempre felice scelta dei cibi che propongono a scuola...ma la mensa si sa è una battaglia persa...purtroppo non si riuscirà mai ad accontentare i gusti di tutti, ma sarebbe cosa gradita la buona scelta degli ingredienti, tenuto conto che gli "avventori" sono bambini...
Con l'occasione ho preparato quindi qualcosa che si potesse lasciare già pronto e al caldo nel frattempo che mi incamminavo per andarli a prendere: rientrati a casa avevano già un bel piatto di riso basmati alle verdure, che a loro piace molto. Il pomeriggio i nanetti si sono dedicati a giochi vari, tra cui la lotta e conseguente "minaccia" della mamma "Tra poco viene su la signora Olimpia a sgridarvi!" (...dicasi Olimpia la nostra cara vicina del terzo piano che non si sogna minimamente di sgridarli..."io non li sento mai", mi dice quando la incontro e non è certo sorda :-D!) .






Il sabato mattina è stato dedicato ai compiti ed il pomeriggio, visto che la pioggia non ci permetteva di uscire per una passeggiata, ci siamo messi a "biscottare". Già che eravamo in ballo con la cucina sotto sopra, ho deciso di realizzare i tortelli nuovamente (li avevo preparati due domeniche fa sempre con le bietole del mio papi)...con il loro "aiuto" alle 18.30 avevo ancora tutto in subbuglio e niente pronto per la cena...ma poi mantenendo la calma sono riuscita a riordinare, ad apparecchiare e pure a fare la telefonata giornaliera alla mia mami, prima che rientrasse il papi dal lavoro, circa alle 20: tutto pronto - dolce, tortelli e polpette di bietole e ricotta  e anche quattro salsiccette al forno  e le castagne egregiamente intagliate dal papi all'ora di pranzo ("Hai visto che si aprono bene le mie intagliate così"! ...commento del maritino per criticare invece le mie poco incise :D.









Con gli avanzi di pasta abbiamo ricca sto delle "farfalline" di vari formati :)


La domenica è iniziata in tutto relax, fin dal risveglio, con cappuccino e biscotti e pranzo con sugo di salsiccia (un pezzetto tenuto da parte dalla cena) e patate Hasselback e costine al forno...la pioggia non ci ha permesso di usare la griglia sul terrazzino :(. Come frutta le buonissime perine al forno che mi aveva regalato mia zia, nei giorni scorsi, e raccolte nelle montagne piacentine. Buonissime e dolcissime, apprezzate soprattutto dal piccoletto di casa.


 salsina-giardiniera preparata fresca fresca della mia mami con carote cipolle e rapa bianca, come conserva invernale... buonissima e già spazzolata dal grandone e da me! Ci servono altri vasetti :)


I bambini hanno gradito il pranzo con le mani e, stanca ma soddisfatta riesco a ritagliarmi anche un momento per aggiornare il mio blogghino. 

Biscotti fiorellini 

300 gr. di farina di grano tenero tip 2
100 gr. di farina di riso
130 gr. di burro morbido
130 gr. di zucchero semolato
1 uovo delle galline felici
5 gr. di lievito per dolci

gocce di cioccolato a piacere

Aprire l'uovo in una ciotolina a parte per evitare eventuali residui di guscio o nel caso in cui l'uovo non fosse perfetto. Succede ad esempio con le uova di galline felici...quindi per non compromettere tutto l'impasto, trovo questo sistema molto efficace ;).


Versare in una ciotola lo zucchero con il burro, la farina miscelata con il lievito, l'uovo intero e mescolare con le mani fino ad ottenere un composto di briciole. Compattare la frolla e creare un panetto, che verrà avvolto nella pellicola e lasciare in frigo a riposare per circa 30 minuti. Riprendere la frolla riposata e inserire tra due fogli di carta forno, stendere con il mattarello ad una altezza di mezzo centimetro e con le formine ricavare i biscottini. Posizionarli su una teglia da forno, ricoperta con la carta, e unire le gocce di cioccolato a piacere. Infornare in forno già precedentemente riscaldato, a 180° per circa 15 minuti o fino a doratura. Sfornare, lasciare raffreddare e servire per colazione, merenda. Conservare in un contenitore di latta o di plastica. Buonissimi anche il giorno dopo.
Buon appetito 

Con questa dose ho ricavato una ventina di biscotti ed una crostatina "fiorita" con confettura di lamponi del Trentino. 



Per la frolla mi sono ispirata alla torta di briciole, con composta di prugne di Anna Moroni preparata durante la trasmissione La Prova del Cuoco. L'intenzione era proprio quella di preparare la sbriciolata ma poi tenuto conto che la frolla si compattava bene, ho deciso di preparare i biscotti con la collaborazione dei nanetti e la crostatina. Avevo preparato tempo fa la versione sbriciolata di questa ricetta. 

giovedì 3 novembre 2016

Pranzi in famiglia: crostata simil pasticciotto

In queste mattine i miei piccoletti fanno un po' fatica a riprendere il ritmo, dopo ben quattro giorni a casa per via del ponte di Ognissanti. Il cambio dell'orario ha dato il suo contribuito anche a "sballare" la routine. La cosa positiva che ci si alza qualche minuto prima, fuori c'è già una bella luce, e si ha il tempo di coccolarsi un po' sul divano, prima di fare colazione e prepararsi per uscire.
Nei giorni scorsi sono stati alle prese con le feste di Halloween in palestra durante l'attività di basket, ed in occasione di questa "americanata", oltre ad aver studiato il significato della storia in inglese, ci siamo dedicati il sabato sera alla preparazione di una pizza a tema più o meno :). 



doveva venire fuori una mummia-pizza :)!!!


La domenica siamo stati impegnati con il catechismo e ci siamo concessi un pranzetto fuori a base di pesce. Il lunedì è stato invece dedicato ai compiti e il giorno della festa infrasettimanale siamo stati a casa dei miei zii a pochi chilometri dalla grande città, dove abbiamo ritrovato i nonni (i miei genitori) e gli zii (gli sposini). Con l'occasione abbiamo visto le foto complete del viaggio di nozze e del matrimonio...un giorno di festa che la sposina e anche tutti noi ricorderemo con ancora più allegria, perché era presente il suo caro papà, che solo qualche settimana fa se ne è andato improvvisamente, sicuramente con una grande gioia nel cuore.
Questi pranzi in famiglia aiutano in qualche modo a "distrarsi", diciamo così.

Crostata simil pasticciotto




Mia zia come sempre ha preparato di tutto e di più. Il pranzo è stato a base di polenta e cinghiale. La polenta è stata preparata con un bellissimo e comodissimo attrezzo: un piatto antico adattato alla nuova tecnologia :).




Abbiamo poi gustato polpette, patate arrosto, insalate varie...e per finire i dolci: una torta di mele, preparata da mia zia, ed una crostata simil pasticciotto che avevo preparato io il giorno prima. Volevo richiamare un po' le vacanze in Puglia dello scorso anno con questo dolce. Buoni sì ma aveva bisogno di molta più crema per raggiungere il giusto risultato.
Per la ricetta mi sono ispirata a questa di giallozafferano...anche se ho poi apportato alcune modifiche, utilizzando per la frolla la farina di farro monococco (300 gr.) e la farina di riso (200 gr.), il burro (200 gr), anziché lo strutto ed un pizzico di lievito per dolci, al posto dell'ammonica. La crema pasticcera è risultata troppo dolce per i miei gusti, così ho deciso di aggiungere delle gocce di cioccolato fondente per contrastare l'eccessiva dolcezza. Con le dosi della ricetta sono riuscita a ricavare una crostata per uno stampo da 26 cm ed una crostatina mini mini, che abbiamo assaggiato la sera prima. 

Dopo pranzo siamo stati raggiunti anche dagli altri miei zii più anziani e con loro ed i miei cugini, abbiamo avuto modo di scoprire tutti gli aneddoti relativi al matrimonio del mio cuginone e della sua mogliettina "americana", celebrato in Canada, a Toronto, il primo di Ottobre. A queste nozze avrebbe dovuto partecipare anche la mia mami ma per una serie di circostante non è riuscita ad andare. Bhe dai loro racconti, si capisce che il modo di vivere degli americani, nella fattispecie canadesi, è molto diverso per alcuni aspetti, in primis quello economico, della nostra concezione. In qualche modo il nostro cuginone ha quindi realizzato il suo "sogno americano"...anche se poi la mancanza della famiglia e della sua casa natale si presenta spesso per via della lontananza. Ma è tutto nella norma :), succede anche a pochi chilometri di distanza...senza dover attraversare l'oceano!!!


Il fuoco acceso del camino è sempre un grande piacere...scalda l'ambiente in un modo davvero speciale...!!!













lunedì 24 ottobre 2016

Tanti auguri alla mia mami: muffin rustici alle mele.

Dopo i festeggiamenti per il compleanno del mio ometto, riprendo in mano il mio blog per fare tanti auguri alla mia mami, oggi festeggia il suo compleanno....auguri mami!!!
Sabato pomeriggio tra un compito ed una sgridata, insieme ai miei nanetti, ho preparato dei muffin rustici con le mele, con all'interno anche i cereali. Buoni anche per la colazione e la merenda del giorno dopo.  Mia mamma ama molto i dolci con le mele, visto che la torta di mele è il dolce che prepara più spesso in questo periodo, nella versione alleggerita con l'olio. Peccato che la distanza non ci consenta di prendere il caffè nel giorno del compleanno e farle assaggiare questi dolcetti. Intanto gli auguri glieli facciamo per telefono.

Muffin rustici alle mele
(ricetta ispirata dal libro Muffin&Cupcake: buoni da mangiare, facili da fare, belli da vedere)





All'inizio del mese siamo stati dai miei, e in occasione della Festa dei nonni, abbiamo festeggiato anche il compleanno del mio grandone, che ci teneva anche lui a festeggiare casa dei nonni, come il fratellino, ed inoltre abbiamo salutato  gli sposini, carichi di regali per tutti, rientrati dal viaggio di nozze statunitense :).
Per l'occasione ho preparato una tortina in pasta di zucchero con la collaborazione dei miei nanetti e la nonna come sempre si è data da fare per accontentare i gusti di tutti. Quindi il pranzo prevedeva crespelle ai funghi (il maritino ha provato ha raccoglierne un po' ma ha trovato giusto qualche porcino per un risottino o una tagliatella per due :-D), e alle bietole (rigorosamente dell'orto del mio papi) e ricotta, polpette di carne e di baccalà, salsicce al forno, verdure grigliate e insalate varie e come dolce qualche cannoncino alla crema, portato dal mio fratellino e dalla sua morosa, "pastarelle" varie e la tortina a tema "Mixel" scelta dal mio bimbo, con base allo yogurt e crema di mascarpone. Apprezzata da tutti e soprattutto dal festeggiato :). 
Per le crespelle mi ero esercitata anche la domenica prima alla casa milanese, preparando una versione sempre di verdure e ricotta e sopra una crema di ricotta e formaggio al posto della besciamella, usata invece dalla mia mami. Anche le mie avevano avuto un buon gradimento :). La ricetta è quella di una cara amica di famiglia che non sbaglia mai un colpo. Qualche fotina delle giornata.



le mie crespelle con crema di ricotta sopra


crespelle ai funghi in preparazione


Cosa serve per i muffin rustici alle mele (12 muffin): - tra parentesi le mie variazioni
240 gr farina integrale (per me farina di grano tenero tipo 1)
75 gr corn flakes (per me cereali integrali)
110 gr olio di semi di girasole (per me burro 150 gr)
2 mele grattugiate (circa 300 gr)
2 gambi  di rabarbaro (per me un'altra mela a cubetti)
2 uova 
120 gr di zucchero di canna
un pizzico di cannella
150 gr panna fresca (non l'ho messa)
1 bustina di lievito per dolci (per me mezza bustina) 
un pizzico di sale 

(per la mia versione: sciogliere il burro a bagnomaria)
La ricetta prevedeva il rabarbaro, che tra l'altro avevo in frigo, ma non conoscendo ancora il suo sapore, ho preferito aggiungere una ulteriore mela, come era suggerito anche nella ricetta. Ho utilizzato il burro non avendo un olio di semi leggero. Ho grattugiato le due mele piuttosto grandi. L'altra è stata ridotta a cubetti e qualche pezzetto tenuto da parte per decorazione. Ho poi spennellato sopra uno sciroppo di acqua e zucchero, sciolto sul fuoco per pochi minuti, per rendere le mele più lucide.

la mia grattugia e' vintage  come me :), la usava la mia mami quando ero piccina picciò :)

Amalgamare in una terrina tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito, cannella, sale e cereali schiacciati). Grattugiare le mele e incorporarle agli ingredienti liquidi (uova, olio -per me il burro sciolto precedenteme a bagnomaria e leggermente raffreddato, e la panna: da ma omessa). Mescolare poi tutto insieme con una spatola, unendo anche il rabarbaro pulito, spellato e tagliato a pezzettini (la mela per me). Versare con un cucchiaio il composto nei pirottini di carta, inseriti in una teglia da muffin. Cuocere in forno a 180° per circa 20' minuti. Fare la prova con uno stecchino, se viene fuori asciutto sono pronti per essere sfornati. Lasciare raffreddare e gustare a merenda, colazione o come dolcetto a fine pasto.
Buona appetito.


Le mele grattugiate danno la giusta umidità al dolce e nel mio caso la panna non è servita, in quanto il composto era già abbastanza liquido, essendo le mele piuttosto grandi.








lunedì 19 settembre 2016

Tanti auguri al mio ometto!!!

La settimana appena passata è stata intensa tra valige da svuotare, zaini da preparare e materiale scolastico da recuperare; riprendere la routine è ancora complicato...l'unica cosa che però non può esimermi dallo scrivere sul blog è il compleanno del blog stesso, che di anni ne festeggia quattro, ma soprattutto il compleanno del mio grandone che di anni ne compie ben nove yeah evviva auguriiiiiii amorino mio!!! 
Avevo aperto il blog il giorno in cui compiva cinque anni ed era all'ultimo anno di scuola materna...oggi è già in quarta elementare, il mio piccolo grande ometto.
Il mio bambino sta prendendo sempre più le sembianze di un ragazzino...già è alto come me e questo vuol dire che è davvero grande. Ma poi rimane lo stesso il mio piccolo "bacione", che mi abbraccia e mi stringe forte già dal mattino. Il fratellino invece è caratterialmente diverso, più scostante più simile a me...che grazie a loro però ho imparato ad essere decisamente più affettuosa :), a volte anche troppo per i loro gusti :)!   
In questi giorni che è ripresa la scuola alla grande, il mio ometto dimostra tutto il suo entusiasmo nel voler imparare sempre più cose...(per il fratellino serve un post a parte per raccontare le sue impressioni su questo nuovo percorso :-D), escluse le parolacce, che invece molti suoi compagni invitano ad imparare e lui condivide con me anche questi aspetti particolari della vita scolastica, il che mi fa molto piacere perché tiene al parare della mami. Ho letto l'altro giorno una frase su Instagram che dice più o meno così "...essere originale e non la fotocopia degli altri", , quindi cerco di ripetere questa frase anche a lui e ricordarla anche a me stessa. Per festeggiare ho preparato la mia ormai super collaudata torta tenerina, una delle sue preferite, e all'uscita di scuola siamo andati alla ricerca del regalo...ancora una scatola di Lego...questi pezzettini minuscoli sono diventati il tormentone del momento :).
E' sempre bello rivivere in queste giornate speciali i momenti intimi, che ci hanno fatto conoscere ed io a quest'ora nove anni fa, mi guardavo il mio piccino nella sua culletta, mentre dormiva traquillo...eh si perché nei giorni successivi non sarebbe stato il suo passatempo preferito quello di dormire :-D!!! Tanti auguri amore mio grandissimo!!!








colazione del primo giorno di scuola 


incontri stravaganti in vacanza :)

le nostre colazioni al mare 




"Scappiamo che la mamma ci fa la foto!" :) 

la mia scimmietta

Nella giornata di ieri ci siamo concessi una bella gita in campagna e poi al mare di Milano :). Il tempo è stato stupendo, nonostante le previsioni, e ci siamo divertiti a trascorrere una giornata all'aperto tra laboratori, mercati dei contadini, pigiatura dell'uva e un pranzo con vista...mare :) appunto! 

lama un tantino "pericolosi" :)














La torta speciale la riserviamo ai festeggiamenti insieme ai nonni ed agli zii :).